background

Una breve cronistoria del nostro gruppo.

“Fiacca & Debolezza”

Nasce nell’anno 1972 con la partecipazione di una decina di amici alle prime camminate, ed in particolare alla “da la Zresa al Lambrosc” del maggio ’72 da Vignola a Castelvetro. La prima uscita ufficiale con nome e logo attuali fu l’anno successivo ed esattamente il 22 maggio 1973 con la partecipazione di ben 15 elementi alla “Camminata Bolognese” dell’Acquadèla. Fra i 14 soci fondatori, Carlo Innocenti, autore del logo e Valeriano Cimatti, autore del nome, oltre naturalmente Dante Negroni, presidente da allora ai giorni nostri. Dopo un inizio incerto e avventuroso, come tutti i gruppi di quel periodo, la Fiacca e Debolezza conquistò in breve una notevole popolarità, raggiungendo punte elevatissime di iscritti (oltre 300 nell’anno sociale 1976) e restando per diversi anni ai vertici delle classifiche domenicali (179 iscritti ad un’edizione della Settefonti, 193 ad una camminata di Calderara). Pratica un podismo in linea col proprio nome… un podismo concepito come sana camminata, senza velleità agonistiche, alla portata di tutti, raggruppando tante persone che non avrebbero altrimenti possibilità di praticare altri sport, ma cui piace la vita all’aria aperta, il camminare, la compagnia e l’amicizia con tanti altri. Non rinuncia comunque ad un settore agonistico ed a quello delle lunghe distanze, con una pattuglia di specialisti che si cimenta appunto in gare e maratone con notevoli risultati.La Fiacca e Debolezza ha contribuito in maniera determinante alla nascita ed allo sviluppo del Comitato Podistico dove è stata per lungo tempo rappresentata alla vicepresidenza. Ha fondato nel 1974, e diretto per vari anni il giornale “Il Podista”, organo ufficiale del Comitato Podistico Provinciale. Non ha mai organizzato camminate, preferendo collaborare all’organizzazione dei più importanti eventi podistici cittadini. In particolare da 28 anni è in prima fila nella gestione dell’importante Raduno di Staffette per la strage del 2 agosto 1980. Organizza inoltre autonomamente un staffetta da Bologna alla stazione di S.Benedetto V.S. in occasione dell’anniversario della strage del treno Italicus, e una marcia – pellegrinaggio dall’ex carcere di S.Giovanni in Monte a Sabbiuno per onorare i centro patrioti trucidati nel dicembre 1944. La sua spiccata vocazione alle trasferte podistiche autogestite ha portati i suoi soci a marce e camminate in mezza Italia e in mezza Europa. In completa autonomia per le iscrizioni, viaggio e soggiorno spesso in palestre o in caserme, un nutrito gruppo di fiacchini è stato presente- per 2 volte alla Marcia della Polizia Militare inglese a Chichester, alloggio in caserma e vitto con il rancio, - 2 volte alla marcia di due giorni di Berna, con alloggio nei rifugi antiatomici- e due volte ancora alla tre giorni dei Boschi Viennesi, con alloggio (?) in palestra, - alla marcia del 1 maggio a Bruxelles, anche in questo caso con vitto e alloggio nella caserma della Polizia Militare belga,- in tre occasioni alla 3 giorni di Romanshorn (CH), con marce in Svizzera, Austria e Germania,- alla 100 km di Belves (F), - oltre naturalmente alla Maratona di New York, e ad altre famose maratone nel mondo. La Fiacca e Debolezza é stata fortemente penalizzata dai noti problemi che da sempre incontrano gli ultimi arrivati alle varie camminate; spesso i propri soci si sono allontanati dalle camminate proprio per sentirsi continuamente frustrati all’arrivo al traguardo, sia pure in tempo massimo, e non trovare la prevista accoglienza né i dovuti ristori. In questo periodo tuttavia continua a navigare in posizioni di alta classifica, raggruppando circa 140 podisti di cui una sessantina presenti a tutte le camminate.

Dante Negroni (presidente)

Calendario